Opinioni (da quattro soldi)

Il meglio di comunicazione e pubblicità. Secondo me.

Not turning back

Posted by calliroe su maggio 10, 2008

Della campagna antidroga non even once, come sapete, ho già parlato, e non ho mai nascosto quanto l’abbia trovata efficace e adatta al target, anche nel linguaggio forte e deciso.

Oggi segnalo questo video, di una campagna  sicuramente associata proprio a quelle nate nel Montana,e nello stesso tempo vi annuncio che sul sito di Not Even once è partita la campagna numero quattro, che focalizza l’attenzione sugli aspetti di maggiore inumanità che l’uso di metanfetamine può procurare.

Posted in droga, pubblicità sociale | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The cowards show

Posted by calliroe su maggio 3, 2008

The Cowards show è il nome di una campagna pubblicitaria segnalata da  The Blong, e prende spunto dal proliferare nei nostri media di spettacoli basati sulla violenza fisica, Smack Down et similia ovviamente inclusi.

Cosa succede invece se sul ring sale qualcuno troppo pauroso per combattere ad armi pari, e preferisce usare la sua violenza su donne incapaci di difendersi, fuori da qualsiasi anche soltanto tentativo di dare una cornice sportiva alla cosa?

Picchiare donne, insomma, non è ancora diventata una disciplina fisica.

Posted in donne, pubblicità sociale | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

Nel bene e nel male

Posted by calliroe su maggio 1, 2008

La pubblicità della Philip per il nuovo modello di rasoio per gambe Satinelle Ice Epilator è destinata a far discutere, e senza dubbio è stata concepita proprio per questo motivo, facendo leva sulla natura fondamentalmente bigotta di una buona fetta della società.

Se non si è invece tra quelli che facilmente si lasciano scandalizzare, bisogna ammettere che comunque offre spunto per un sorriso, avendo dei testimonial di eccezione: transessuali, transgender o perlomeno drag queens che garantiscono la bontà del prodotto, avendo necessità di depilarsi le gambe e portando con sè l’atavica incapacità maschile di resistere al dolore della depilazione.

Le donne rideranno, e sorrideranno, e gli uomini, camminando vicino a queste pubblicità, probabilmente mormoreranno a mezza voce “cosa ci vuole, in fondo…”; o forse, i più impavidi, ricorderanno il loro tentativo e attribuiranno al prodotto immediatamente una validità maggiore.

Parlare alle donne passando dagli uomini, insomma, e io non posso che applaudire.

James, aka Karis, aged 25, says, “Being a man I can’t take pain, so I use a Satinelle Ice Epilator.”

Posted in donne, pubblicità commerciale | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il fascino e il pericolo

Posted by calliroe su aprile 30, 2008

Non starò nemmeno a riportare la campagna, ma mi limiterò a consigliarvi il link, in quanto il posto di Duncan ha in sè tutto ciò che è necessario per presentare e capire nel modo migliore questa nuova campagna indiana contro il fumo.

In questo caso si è scelto come target quello infantile, mostrando con una particolare vena creativa i meccanismi ingenui e meravigliati della mente infantile, che traduce in immagini epiche tutto ciò che vedono fare dai loro cari.

Fumare compreso.

Ed è difficile, si sa, lottare con la parte inconscia del cervello umano..almeno quanto sarà difficile per quei bambini resettare i pensieri e cominciare da capo.

Ottimi secondo me anche i disegni, ma forse il carattere di scrittura poteva essere un filino più grande (dovendo emulare la calligrafia infantile, molto più chiaro, probabilmente, non poteva essere).

Cliccate qui.

Posted in minori, pubblicità sociale | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Perchè a volte è la cosa migliore

Posted by calliroe su aprile 28, 2008

Ed è proprio questo che rende agghiacciante la campagna Amnesty contro lo stupro delle donne in Darfur.

Stupro che si ripete quasi giornalmente, e che è la cosa che queste donne trovano più sensata: sacrificarsi in nome della salvezza dei propri uomini e delle proprie famiglie, anteponendo la loro incolumità alla propria tutela.

I manifesti, che potete vedere qui in versione ingrandita, mettono in risalto proprio questo, utilizzando dei font molto grandi, per spiegare cosa c’è dietro con font più piccoli; la tecnica non è nuova, ma in questo caso, da donna, sento di poter dire che è efficace.

Nessuno con un minimo di cultura e senso dell’etica riesce, secondo me, a leggere il manifesto di sfuggita senza sentire un colpo allo stomaco e magari fermarsi a leggere meglio.

Qui, uno dei manifesti:

My decision is for rape

Posted in donne, pubblicità sociale | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

La dea è morta

Posted by calliroe su aprile 3, 2008

In India, si sa, essere donna non è facile. E soprattutto non è conveniente,e nemmeno comune: l’aborto di feti femminili è spesso all’ordine del giorno, motivato da ragioni diciamo “culturali” e socioeconomiche.

Contro questo orrore si adopera un calendario particolare, che mostra quanto spesso la donna rappresenta una divinità, nella stessa cultura indiana.

E si può davvero osare la cancellazione del Divino Femminile?

2380196816_e663bde571.jpg

“Don’t abort the ones you worship.”

Advertising Agency: Rediffusion DY&R, Mumbai, India
Chief Creative Officers: Sagar Mahabaleshwarkar, Ramanuj Shastri
Art Director: Amol Dahanukar
Copywriter: Pranav Harihar Sharma
Production Manager: R. Viswanathan
Other additional credits: Yogesh Dugade
Released: January 2008

Via 

Posted in donne, pubblicità sociale | Leave a Comment »

I piccoli particolari

Posted by calliroe su marzo 30, 2008

Non so voi.

Io l’ho trovata geniale: il colpo d’occhio è davvero capace di bypassare la razionalità e colpire le parti più automatiche e profonde della mente del consumatore.

hutweberhitlerchaplinpreview.jpg

It’s the hat.

Advertising Agency: Serviceplan Hamburg / München, Germany
Creative Directors: Axel Thomsen, Alexander Schill
Art Director: Jonathan Schupp
Copywriter: Francisca Maass

Posted in pubblicità commerciale | Leave a Comment »

Addirittura questo

Posted by calliroe su marzo 23, 2008

Siamo arrivati a questo.

Complimenti al principio della pubblicità, declinata anche con altri esponenti politici dalla parlantina un po’ troppo sciolta, ma qualche complimento in meno al nostro Paese che si è reso possibile spunto ti indignazione ed ironia.

tesaberlusconipreview.jpg

I am the best political leader in Europe and the world.
Silvio Berlusconi, former Prime Minister of Italy, during a press conference.
The world needs a tape like this.

Advertising Agency: Heads Propaganda, Curitiba, Brazil
Creative Director: Kike Borell
Art Director: Paulo de Almeida
Copywriters: Gustavo Frare, Isis Ribeiro
Photographer: Nuno Papp

via adsoftheworld 

Posted in pubblicità commerciale | Leave a Comment »

Acqua del rubinetto a pagamento. E salvi un bambino.

Posted by calliroe su marzo 18, 2008

Questo il progetto di unicef: dal 16 al 22 marzo, se nei ristoranti autorizzati decidi di pagare un dollaro per un bicchiere di acqua che di solito sarebbe gratuita, quel dollaro andrà all’associazione non governativa per finanziare la ricerca e la distribuzione di acqua pulita e sana nei luoghi dove ancora si consuma acqua inquinata e infetta da microrganismi.

Diverse le campagne, alcune delle quali puntano sull’umorismo, come questa:

Sull’orrore dei rischi che i bambini corrono, come questa:

Oppure creare una pubblicità quasi poetica e sicuramente evocativa, come a Los Angeles:

Tutte la campagna di sensibilizzazione su Osocio

Posted in minori, pubblicità sociale | Leave a Comment »

Il vero correttore

Posted by calliroe su febbraio 17, 2008

Ancora una pubblicità ben congeniata sugli effetti di un cosmetico anti-età per donne…tra l’altro, vi ricordate questa?

olay42preview.jpg

Correggi la tua età

Advertising Agency: Saatchi & Saatchi Russia
Executive Creative Director: Stuart Robinson
Art Director: Julian Suetin
Associate Art Director: Adrian Ely
Copywriter: Alina Tskhovrebova
Typographer: Lilya Absudova

Via 

Posted in donne, pubblicità commerciale | 1 Comment »