Opinioni (da quattro soldi)

Il meglio di comunicazione e pubblicità. Secondo me.

Archive for maggio 2008

L’arte d’arrangiarsi

Posted by calliroe su maggio 15, 2008

Simpaticissima campagna per corsi d’inglese, che prende in giro l’arte tutta italiana della gesticolazione e del “sapersi far capire”

cll2.jpg

Don’t count on your acting skills, follow a language course

Via

Advertising Agency: Duval Guillaume, Brussels, Belgium
Art Director: Alison Anselot, Geert de Rocker
Copywriter: Tom Berth
Photographer: Gregor Collienne

Posted in droga, pubblicità commerciale | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Not turning back

Posted by calliroe su maggio 10, 2008

Della campagna antidroga non even once, come sapete, ho già parlato, e non ho mai nascosto quanto l’abbia trovata efficace e adatta al target, anche nel linguaggio forte e deciso.

Oggi segnalo questo video, di una campagna  sicuramente associata proprio a quelle nate nel Montana,e nello stesso tempo vi annuncio che sul sito di Not Even once è partita la campagna numero quattro, che focalizza l’attenzione sugli aspetti di maggiore inumanità che l’uso di metanfetamine può procurare.

Posted in droga, pubblicità sociale | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

The cowards show

Posted by calliroe su maggio 3, 2008

The Cowards show è il nome di una campagna pubblicitaria segnalata da  The Blong, e prende spunto dal proliferare nei nostri media di spettacoli basati sulla violenza fisica, Smack Down et similia ovviamente inclusi.

Cosa succede invece se sul ring sale qualcuno troppo pauroso per combattere ad armi pari, e preferisce usare la sua violenza su donne incapaci di difendersi, fuori da qualsiasi anche soltanto tentativo di dare una cornice sportiva alla cosa?

Picchiare donne, insomma, non è ancora diventata una disciplina fisica.

Posted in donne, pubblicità sociale | Contrassegnato da tag: , , | 2 Comments »

Nel bene e nel male

Posted by calliroe su maggio 1, 2008

La pubblicità della Philip per il nuovo modello di rasoio per gambe Satinelle Ice Epilator è destinata a far discutere, e senza dubbio è stata concepita proprio per questo motivo, facendo leva sulla natura fondamentalmente bigotta di una buona fetta della società.

Se non si è invece tra quelli che facilmente si lasciano scandalizzare, bisogna ammettere che comunque offre spunto per un sorriso, avendo dei testimonial di eccezione: transessuali, transgender o perlomeno drag queens che garantiscono la bontà del prodotto, avendo necessità di depilarsi le gambe e portando con sè l’atavica incapacità maschile di resistere al dolore della depilazione.

Le donne rideranno, e sorrideranno, e gli uomini, camminando vicino a queste pubblicità, probabilmente mormoreranno a mezza voce “cosa ci vuole, in fondo…”; o forse, i più impavidi, ricorderanno il loro tentativo e attribuiranno al prodotto immediatamente una validità maggiore.

Parlare alle donne passando dagli uomini, insomma, e io non posso che applaudire.

James, aka Karis, aged 25, says, “Being a man I can’t take pain, so I use a Satinelle Ice Epilator.”

Posted in donne, pubblicità commerciale | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »